La nostra produzione e le spedizioni sono totalmente operative. Salvatori è prima di tutto un’azienda di persone ed abbiamo messo in atto tutte le misure necessarie per tutelare la salute dei nostri collaboratori.

News

L’essenza del design giapponese

04.2019

Nel suo saggio “Libro d’Ombra” uscito nel 1933, l’autore giapponese Junichiro Tanizaki scrive: “Se non fosse per l’ombra, non ci sarebbe bellezza”. All’interno delle 16 sezioni di cui si compone il libro, l’autore dedica una cinquantina di pagine alla descrizione dettagliata dell’approccio all’estetica giapponese, delicato e consapevole.
Dalla bellezza discreta dei tradizionali oggetti in lacca, alla complessità visiva della cucina giapponese, in contrapposizione alle insidie ​​dell’approccio occidentale all’illuminazione un po’ troppo “zelante”, Tanizaki dipinge l’immagine di una cultura estetica profondamente interessata all’autenticità, al rigore e al piacere della vista.

Per progettare la sua collezione Stone Tatami, Lissoni ha cercato ispirazione nell'antica arte della lavorazione dei tappeti giapponesi

“Non proviamo antipatia nei confronti di ciò che brilla”, scrive, “ma preferiamo una lucentezza malinconica a una brillantezza superficiale, una luce torbida che, sia nella pietra sia in un manufatto, esalti una luminosità antica”.

A quasi 100 anni dalla prima pubblicazione del suo “Libro d’Ombra”, la delicatezza e le sfumature del design giapponese occupano ancora un posto importante nella cultura del materiale contemporanea.
Vivendo in un’epoca che premia l’immediatezza della disponibilità, i materiali accessibili e la facile gratificazione, i valori fondamentali di uso consapevole del materiale, armonia e valorizzazione dell’artigianato sono più importanti che mai.

Quando questi valori si uniscono alla lunga tradizione della produzione Made in Italy Salvatori, ritroviamo la sintesi dei principi che ispirano i designer con cui collaboriamo.

L’architetto milanese Piero Lissoni è noto per il suo approccio al design minimalista e incentrato sui materiali.
La sua lunga collaborazione con Salvatori ha prodotto a una vasta gamma di oggetti e finiture che esprimono le migliori qualità della pietra naturale, armoniosamente allineati con i principi immutabili dell’estetica giapponese.

Per progettare la sua collezione Stone Tatami, Lissoni ha cercato ispirazione nell’antica arte della lavorazione dei tappeti giapponesi. Gli schermi di carta utilizzati come divisori nelle tradizionali case giapponesi sono stati tradotti utilizzando la pietra naturale, facendo eco alla consistenza e alla tonalità del tatami tradizionale.
La collezione Stone Tatami infonde nell’ambiente senso di calma pervasivo.

L’eleganza sobria di Lissoni raggiunge il suo culmine nella collezione Pietra L. La materia nobile della pietra naturale si trasforma in una serie di vassoi, fermalibri, fermaporta e tavolini ciascuno scolpiti da un unico blocco di marmo nero, bianco-grigio o rosso. La straordinarietà della collezione va oltre il suo fascino visivo. Lissoni ha valutato attentamente il senso del peso e delle proporzioni della pietra naturale permettendo un’esperienza gratificante nell’interazione con ogni oggetto, caricata di un senso di permanenza conseguenza della natura duratura della pietra naturale.

L’attenzione ai dettagli dedicata a questi elementi si presta perfettamente al confronto con il design giapponese.
I valori Salvatori – saldamente radicati nella tradizione della produzione italiana – includono il ​​meglio di entrambi i mondi. “La qualità che chiamiamo bellezza”, come dice Tanizaki nel suo libro, “deve sempre nascere dalla realtà della vita”.