La nostra produzione e le spedizioni sono totalmente operative. Salvatori è prima di tutto un’azienda di persone ed abbiamo messo in atto tutte le misure necessarie per tutelare la salute dei nostri collaboratori.

News

Le persone al centro

06.2019

Banner_Focus-on-People Banner_Focus-on-People

Una profonda conoscenza dei materiali che utilizziamo – e l’esperienza per lavorarli al meglio – è da sempre al centro dei valori Salvatori. Come brand di design specializzato nella valorizzazione della pietra naturale, da decenni, sviluppiamo nuovi modi per reinterpretare e far crescere l’industria del nostro settore. Una reputazione nel campo dell’innovazione applicata alla pietra che, oggi, è portata avanti grazie anche al supporto dei collaboratori altamente qualificati del nostro stabilimento Toscano: capaci di salvaguardare la nostra tradizione di eccellenza e allo stesso modo adattarsi ai nuovi modi di lavorare man mano che la nostra linea di prodotti evolve. I nostri “artigiani” salvaguardano la reputazione Salvatori permettendoci di crescere ed affrontare nuove entusiasmanti sfide.

Abbiamo parlato con le persone dietro le quinte della fabbrica per capire il loro punto di vista sul nostro percorso di crescita e cosa li stimola a contribuire ogni giorno con il loro lavoro qualificato alla evoluzione aziendale.

In ogni famiglia di questa parte della Toscana, c'è almeno una persona che ha lavorato con la pietra

Griglia-1_Focus-on-People Griglia-1_Focus-on-People

Marco (con noi dal 2007)

Cosa ti affascina del lavorare la pietra?

In ogni famiglia di questa parte della Toscana, c’è almeno una persona che ha lavorato con la pietra. Mio nonno e due miei zii lavoravano nelle cave. È nel nostro sangue!

«Può essere stancante» – mi diceva mio nonno, dopo un anno che lavoravo qui. «Sei entrato nella compagnia da ragazzo, un anno dopo sei un uomo». Devi essere concentrato, per non danneggiare i prodotti e assicurare il livello qualitativo, ma ci sono grandi soddisfazioni nel creare qualcosa che nessun altro fa.

In che misura le abilità e le tecniche che utilizzate sono tradizionali?

Usiamo delle macchine, ma queste hanno bisogno di essere alimentate, controllolate e ottimizzate per ogni finitura o tipologia di pietra. Inoltre le finiture vanno controlloate una volta che escono dalla lavorazione. Grazie alla mia esperienza, posso capire i migliori settaggi per le caratteristiche di una particolare pietra, so come regolare la macchina e quale abrasivo usare per ottimizzare la lavorazione.

Griglia-2_Focus-on-People Griglia-2_Focus-on-People

Francesco (con noi dal 2007)

Potresti descriverci il processo che porta dalla pietra grezza, che entra in fabbrica, al prodotto finito, che ne esce?

Il materiale arriva in dimensioni già tagliate, ma è allo stato grezzo, e ogni pezzo entra in una macchina che regola i blocchi in modo da ottenere dimensioni e larghezza uguali. Poi, guardiamo tutte le variazioni di colore che ha ogni tipo di pietra e le classifichiamo, inserendole in gruppi che hanno tonalità simili, prima di creare la finitura superficiale con le nostre macchine appositamente progettate. Controlliamo ogni singolo pezzo che esce dalla linea, prima di imballarlo, per verificare se presenta difetti o valori anomali in termini di tonalità.

Cosa ti piace del tuo lavoro?

Non sono cresciuto con una vocazione specifica e sono entrato in Salvatori quasi per caso. Ma ho imparato un mestiere, ho imparato a lavorare con la pietra, e ogni anno imparo di più perché siamo sempre più innovativi.

Griglia-3_Focus-on-People Griglia-3_Focus-on-People

Mirco (con noi dal 2006)

Quali sono le sfide specifiche del lavorare con la pietra?

È un lavoro fisicamente duro, ma la pietra è speciale – è completamente naturale. Può sembrare non particolarmente bella da vedere quando arriva, ma ogni fase la rende più bella.

Quanto è importante l’esperienza nel tuo lavoro?

Chiunque può mettere un pezzo di pietra in una macchina, ma, per prepararla nel modo giusto prima di inserirla, l’esperienza è molto importante – ogni lastra deve assolutamente essere della misura giusta. Poi, quando i pezzi escono dalla macchina, bisogna controllare di nuovo la pietra sia con gli occhi che e le mani, ogni singolo pezzo.

Giovanni (con noi dal 1994)

Come sei arrivato al tuo ruolo?

Ho iniziato a lavorare nel settore della pietra quando avevo 15 anni. Ho iniziato qui quando avevo 27 anni e sono qui da quasi 25 anni.

Cosa ti affascina del lavoro con la pietra?

La diversificazione: fai tante cose diverse ogni giorno, ma questo può essere difficile. Devi essere paziente con la pietra!