CELEBRIAMO LA BELLEZZA DELL'IMPERFEZIONE DELLA PIETRA NATURALE

“Una pietra possiede una forte memoria storica e geologica”

– Andy Goldsworthy

 

Ogni singolo blocco di pietra naturale è unico. Risultato delle mutazioni geologiche, delle pressioni a cui è stato sottoposto e delle temperature che lo hanno plasmato centinaia di milioni di anni fa, ogni pezzo racconta la propria naturale storia che oggi possiamo leggere nei depositi minerali delle sue vene e nella densità della sua massa; una storia di crepe e fessurazioni aperte e ri-sigillate rivelate dalla sua colorazione grazie alla diversa composizione chimico fisica.

La pietra, ci ricorda sia il meraviglioso potere della terra che il fatto che esista una scala temporale che sminuisce l'esistenza umana.

Questo senso di storicità, evidente nella straordinaria imperfezione del mondo naturale, dai boschi alle spiagge alle infinite brughiere, ha ispirato il lavoro dello scultore e artista di britannico Andy Goldsworthy. Disponendo forme naturali in schemi e forme ordinate che enfatizzano l'idiosincrasia di ogni pietra, ramo e foglia e utilizzando i materiali che ha trovato nell'ambiente che lo circonda, Goldsworthy ha realizzato delle opere che poste su siti effimeri hanno la capacità di attirare l'attenzione sulla bellezza fugace e imprevedibile del mondo naturale.

 

 

Lavorare con la pietra naturale richiede la stessa umiltà e lo stesso rispetto necessari per lavorare con la natura. Sin dalla fondazione dell'azienda, il nostro obettivo principale è stato riconoscere ed evidenziare le diverse caratteristiche naturali che contraddistinguono ogni singolo pezzo di pietra evitando la ricerca di una uniformità e ripetibilità innaturale. Abbiamo usato la nostra esperienza e profonda conoscenza del materiale, tramandata di generazione in generazione, per selezionare e cercare le migliori pietre esaltandone le venature, i disegni ed i toni di colore in funzione dell’utilizzo finale.

La vasta gamma di finiture superficiali che connotano le nostre pietre naturali sono specificamente progettate per migliorare ed enfatizzare le qualità uniche di ciascun blocco, non per creare prodotti ripetitivi ed omogenei. Evitiamo ogni effetto ostentato o lucido che tradizionalmente viene associato alla pietra. Preferiamo prendere ispirazione da come si trova in natura. Le nostre trame semplici ed opache comprendono e rispettano la materia prima, valorizzando l’unicità della pietra e offrendo nuove e inesplorate possibilità di design.

A differenza di qualsiasi altra superficie o materiale, la pietra offre autenticità e carattere distintivo. Grazie alla sua infinita variabilità, non esisterà mai un prodotto uguale ad un altro: dalle lampade Urano di Elisa Ossino, una sfera cava ricavata da un unico blocco di marmo, ai rivestimenti Stone Tatami di Piero Lissoni.

I nostri artigiani sanno perfettamente quale parte della pietra utilizzare per sfruttare al meglio la struttura e la colorazione del blocco. Nonostante la sofisticata tecnologia e i macchinari all'avanguardia e specializzati di cui disponiamo, questa è un'abilità fondamentale che non può essere meccanizzata.

Salvatori oggi è un marchio di design internazionale, ma il rispetto per il materiale – principio base su cui è stata fondata l'azienda - rimane il fulcro di tutto ciò che facciamo. In Salvatori celebriamo la bellezza dell’imperfezione. “È la natura che ci dà la pietra", spiega l’amministratore delegato Gabriele Salvatori. “Chi siamo noi per dire che una parte è migliore di un'altra? Tutto è bellissimo."