ELLIPSE BY JOHN PAWSON

La collezione “Ellipse” è composta da una serie di vasi e complementi per la tavola disegnati da John Pawson, nostro partner di lunga data. Caratterizzata da ricercata proporzione delle forme e alla materialità, la collezione ha i caratteri tipici dello stile espressivo e minimalista di Pawson: le forme semplici dei vasi evocano un senso di calma e spiritualità ed ogni elemento è modellato da un unico blocco dello stesso marmo Bianco Carrara.

Pawson, l'architetto che ha disegnato la nuova sede del London Design Museum, è rinomato per la sua abilità nel dare calore al design minimalista. Per lui, non è semplicemente una questione di ridurre, di spogliare, ma molto di più;
un processo di riflessione che coinvolge ogni aspetto del design con una concentrazione maniacale sui dettagli, sia per i progetti architettonici su larga scala che sui prodotti per la casa.

"Voglio citarvi il filosofo francese Blaise Pascal,” risponde Pawson, quando gli parliamo della sua nuova collezione, “che dice «ho reso questa lettera più lunga del solito, solo perché non ho avuto il tempo di accorciarla.» Allo stesso modo, nel design può essere necessario molto tempo per semplificare le cose complesse."

 

 

Che cosa hai imparato dal Salone di quest'anno?

Ogni volta che vado al Salone, mi dico che mi concentrerò sul vedere solo alcune cose, ma con molta attenzione.
Una volta che sono lì, però, l'energia prende il sopravvento e finisco per correre come tutti gli altri. Sono stato, comunque, molto contento di vedere l'installazione della collezione Ellipse nello showroom Salvatori – io e Gabriele Salvatori collaboriamo da anni ed in diversi progetti e, quindi, lui sa quello che conta per me, nel lavoro e nel modo in cui è esposto.

Come è nata la collezione Ellipse?

Avevo un'idea molto semplice: creare una famiglia di vasi e utensili per la casa. Ho iniziato con l’idea di una serie di forme che avessero caratteristiche geometriche e proporzioni simili e, poi, queste si sono sviluppate in un insieme di vasi funzionali, ciascuno caratterizzato da una curva interna adatta al suo particolare utilizzo.

Qual è stato il processo di ricerca fatto per arrivare alle forme finali?

Con oggetti di queste dimensioni - a differenza degli edifici - puoi continuare a realizzare prototipi fino a quando tutti sono soddisfatti. Il passaggio dal disegno all’oggetto, si traduce inevitabilmente in un lungo andare avanti e indietro degli oggetti dal laboratorio di produzione al nostro studio e viceversa, ma si impara tanto sia nel corso di questo scambio di prospettive che del processo di produzione stesso.

 

 

Quali sono le idee che unificano questa collezione?

Ogni pezzo condivide la stessa rigorosa semplicità di forma, materialità, funzione, geometria e proporzione, ma c’è anche qualcosa in più. Infatti, c’è un’importante linea di pensiero che unifica tutto il mio lavoro.

Quali sono le qualità peculiari che la pietra naturale apporta a questa collezione?

Adoro sia la sensazione tattile e il peso del marmo Bianco Carrara che il suo disegno naturale, perché questo significa che non ci saranno mai due oggetti identici. Sono attratto anche dai materiali in cui vi è spazio per lavorare senza la distrazione delle giunzioni. Ogni pezzo della collezione Ellipse è fabbricato da un unico blocco, senza unioni aggiuntive.

In che modo le fibre lucide e sabbiate a contrasto caratterizzano il design?

Quando un design è così essenziale, anche i piccoli dettagli fanno la differenza. Ho unito superfici levigate a testurizzate in continuità le une con le altre per distinguere e delineare le forme grazie al contributo della diversa riflessione della luce ed alla diversa sensazione al tatto.